Crescent Beam

Da Sailor Moon World wiki.
Informazioni
Crescent Beam.jpg
Nome originale: Crescent Beam
Nome originale (kanji/kana): クレッセント・ビーム
Nome originale (romaji): Kuressento Biimu
Traduzione letterale italiana: Raggio di Mezzaluna
Nome italiano: "Fascio di luce, azione!" (principale) - "Fascio di luce!"
Utilizzata da: Sailor V, Sailor Venus
Oggetti necessari: Compact Mirror (solo nel manga "Codename: Sailor V")
Prima apparizione anime: Episodio 33
Prima apparizione manga: Act 1 (Codename: Sailor V)
Prima apparizione live: Non presente

Introduzione

Il Crescent Beam è un attacco che viene utilizzato da Sailor Venus nell'anime e da Sailor V nel manga "Codename: Sailor V". La tecnica consiste nell'attaccare gli avversari con un raggio laser, estremamente potente e luminoso, nonché molto rapidamente utilizzabile, quindi si rivela utile laddove sia richiesta un'arma veloce e dal grande potere offensivo. Questa tecnica, nonostante sia molto forte e versatile, verrà utilizzata prevalentemente nella prima stagione dell'anime, in quanto in seguito la guerriera farà principalmente uso di altre tecniche più potenti, acquisite con il procedere delle vicende.

Anime

La parte iniziale dell'attacco vede due falci di Luna (presumibilmente composte di energia) unirsi in aria, sopra Sailor Venus, e, una volta unitesi, si dissolvono creando un effetto ottico.

L'unione delle due falci di Luna

Subito dopo Sailor Venus alza l'indice verso il punto in cui le due falci si stanno dissolvendo, alzando tutto il braccio, e ne assorbe l'energia. Quindi stende il braccio in avanti, appoggiando contemporaneamente l'altra mano sul gomito. Allora dall'indice emette un'onda luminosa che richiama altra energia dallo spazio circostante, che viene poi assorbita sempre dal dito indice. Da questo l'energia viene irradiata subito dopo sotto forma di raggio laser, che viene diretto contro l'obiettivo designato, colpendolo con grande precisione.

Il Crescent Beam colpisce in pieno il cardian Gigaros

Questo attacco può essere adoperato in diversi modi, utilizzandolo in modo continuativo per un attacco a raffica, oppure scagliando contemporaneamente diversi raggi più piccoli, che permettono di attaccare su un'area più ampia.

La guerriera mentre scaglia diversi raggi laser contemporaneamente

La guerriera può inoltre utilizzare questa tecnica da una distanza molto ravvicinata, semplicemente poggiando l'indice sul nemico, facendolo dissolvere all'istante, ma in questo caso anche lei stessa subirà gli effetti del proprio colpo.

Sailor Venus attacca a distanza ravvicinata

Anche questa tecnica può combinarsi con altre (come il Supreme Thunder di Sailor Jupiter o il Fire Soul di Sailor Mars), aumentando di molto il potere offensivo.

L'unione del Crescent Beam con il Supreme Thunder

Questo colpo avrà anche una versione potenziata: il Crescent Beam Shower.

Statistiche

  • Potere: 6,5
  • Precisione: 8
  • Resistenza: 5,5
  • Controllo: 8,5
  • Velocità: 8
  • Media: 7,9

Media

  • Video: la sequenza completa
  • Audio: gli effetti sonori (esclusiva del sito)

Manga

Nel manga compare solamente nella saga "Codename: Sailor V" e lì il Crescent Beam per essere scagliato necessita del suo Compact (un portacipria a forma di mezzaluna, con uno specchietto all'interno). Sailor V punta l'oggetto verso l'avversario e se è sotto mentite spoglie lo specchio presente al suo interno rifletterà le sue vere sembianze. Quindi il raggio laser viene irradiato dal Compact verso di esso, ferendolo gravemente o annientandolo definitivamente. A volte la ragazza prima di effettuare l'attacco carica il portacipria compiendo col braccio una traiettoria semicircolare nell'aria, formando così una scia luminosa simile ad una mezzaluna.

Sailor V mentre carica il Compact Mirror nella prima edizione del manga

Questa tecnica però non verrà mai utilizzata da Sailor Venus.

Videogame

Il Crescent Beam compare in molti videogame dedicati alla serie, tra i quali:

E altri...

Trivia

  • Nel live action questo colpo non è presente, tuttavia Sailor Venus ne utilizza uno molto simile, ma privo di nome, a partire dall'Act 12. Dalle fonti ufficiali viene denominato Venus Beam.
  • La parola "crescent" (letteralmente "mezzaluna") si riferisce alle due falci di Luna visibili all'inizio della sequenza di attacco nell'anime. Il potere della Luna, a rigor di logica, non potrebbe essere usato da Sailor Venus, in quanto la Luna non è il suo corpo celeste guardiano, ma lo era per Sailor V. Quindi molto probabilmente la scelta di far utilizzare a Sailor Venus questo colpo nella serie animata è stata dettata dalla volontà di mantenere, in qualche modo, una connessione con la sua precedente identità, Sailor V.
  • Questo attacco, il primo per Sailor Venus nell'anime, è l'unico tra i primi poteri usati dalle Guardian Senshi, per quanto riguarda l'anime, ad avere una controparte con lo stesso nome nel manga originale (seppur nella saga di Sailor V e non in quella principale). Mentre il Supreme Thunder appare nel manga in un ordine diverso, agli altri (Sabão Spray e Fire Soul) viene dato un nome originale durante la produzione animata e, dove erano presenti nella prima edizione manga senza un nome definito, vengono rinominati nella sua ri-edizione seguendo il nome di un altro attacco presente nel live action, rispettivamente Jupiter Thunderbolt (il terzo usato dalla guerriera in questa versione) e Mercury Aqua Mist (che anche nel live action sono i primi attacchi usati), ma il primo di Sailor Mars, Akuryou Taisan, nel manga originale ha già un nome definito, quindi non viene modificato nella ristampa. Mentre invece nel live action è proprio questo attacco a non avere un nome definito.

Fonti e referenze

  • Bishoujo Senshi Sailor Moon Super S Memorial Album

Siti che hanno contribuito alla creazione della pagina: