Takeuchi Naoko

Da Sailor Moon World wiki.
(Reindirizzamento da Naoko Takeuchi)
Identikit
Naoko Takeuchi.jpg
Nome: Naoko Takeuchi
Sesso: Femmina
Data di nascita: 15 Marzo 1967
Residenza: Koufu
Occupazione: Mangaka
Occhi: Castani
Capelli: Neri

Introduzione

Naoko Takeuchi è la mangaka autrice di Sailor Moon. Laureata in chimica (con specializzazione in farmacia), è sposata con Yoshihiro Togashi (anch'egli mangaka) dal quale ha avuto due bambini (un maschio e una femmina). Attualmente vive a Tokyo con la famiglia. Naoko è fondatrice e direttrice generale della PNP (Princess Naoko Planning), compagnia tramite la quale cura in prima persona i diritti delle sue opere e di quelle del consorte, quali Hunter x Hunter e Yu Yu Hakusho.

Cenni biografici

Nascita, adolescenza e primi lavori

Naoko è nata il 15 marzo 1967 a Koufu (capoluogo della prefettura Yamanashi, situata nella parte centro-orientale del Giappone), da Kenji ed Ikuko Takeuchi. Fin dall'adolescenza la donna ha manifestato un interesse per i manga e per l'astronomia, iscrivendosi ai rispettivi club durante la scuola superiore, che ha frequentato nella sua città natale. Dopo gli studi superiori ha studiato alla Kyoritsu University of Pharmacy, conseguendo la laurea con una tesi intitolata “Ruolo Degli Ultrasuoni Nell'Aumento Degli Effetti Trombolitici”. Durante il periodo universitario, Naoko comincia a disegnare i suoi primi manga e a lavorare come “miko” (una celebrante shintoista) al tempio Shiba Daijingu. La Takeuchi firma il suo primo contratto da mangaka professionista nel 1986 (quindi all'età di diciannove anni), con Kodansha. Il suo editore è Fumio Osano, famoso per il nickname "Osa-P". I primi lavori della donna vedono una storia autoconclusiva ed alcune brevi serie.

Il successo: Sailor V e Sailor Moon

È il 1991 quando nasce il concept iniziale di "Codename: Sailor V". Naoko esprime infatti il desiderio di disegnare un manga ambientato nello spazio, con delle guerriere come protagoniste. Il suo editore le suggerisce quindi di vestire tali combattenti con delle sailor fuku, le tradizionali uniformi scolastiche giapponesi. La donna crea quindi il manga "Codename: Sailor V", che viene pubblicato sulla rivista RunRun, proprietà della casa editrice per la quale lavora. La serie riscuote molto successo, tanto che viene proposta per un adattamento anime per il quale Naoko modifica il concept iniziale, aggiungendo altre guerriere e personaggi. Nasce quindi "Bishoujo Senshi Sailor Moon". Quando, inaspettatamente, l'adattamento anime di Codename: Sailor V viene cancellato (a causa probabilmente della chiusura della testata sulla quale veniva pubblicata la versione cartacea della storia), Naoko continua a lavorare ad entrambe le serie, che vengono regolarmente pubblicate. Il concept di Bishoujo Senshi Sailor Moon ha invece maggiore fortuna presso la Toei, che sarà poi responsabile dell'adattamento animato dell'opera, diventata ormai popolarissima dopo solo un mese dalla prima pubblicazione del manga. La versione anime di Bishoujo Senshi Sailor Moon comincia ad essere trasmessa nel Marzo del 1992. Nel 1993, quando la trasmissione della stessa si avvia alla conclusione, Toei (a causa dell'enorme successo riscosso dalla serie) chiede alla Takeuchi di continuare la storia. Naoko crea quindi quelle che saranno le successive quattro saghe del manga, che verranno poi tutte adattate in animazione. La donna lavora alla serie fino al 1997.

La rottura con Kodansha ed il contratto con Shueshia

Nel 1997, quando ormai la storia di Sailor Moon si avvia alla conclusione, Naoko comincia a disegnare un nuovo manga: "PQ Angels". Dopo il grande successo di Sailor V e Bishoujo Senshi Sailor Moon, l'ultimo prodotto della mano di Naoko si rivelerà essere un vero e proprio calvario per la mangaka: Kodansha perde infatti il manoscritto contenente i capitoli dal quinto (compreso) in poi, col risultato che solo i primi quattro saranno pubblicati, dopodichè la storia viene interrotta. In seguito allo spiacevole evento, Naoko lascia la casa editrice e si separa dal suo editore Osa-P, firmando successivamente un contratto con Shueshia. Nel 1998 la Takeuchi pubblica quindi la sua prima opera con un nuovo editore: "Princess Naoko Takeuchi's Return-To-Society Punch!!", una collezione di piccole strisce e quindi non un vero e proprio manga. Sempre in questo periodo, Naoko conosce il suo futuro marito, lavorando per lui come assistente per un breve lasso di tempo.

Le nozze ed il riavvicinamento a Kodansha

Nel 1999 Naoko convola a nozze. Questo periodo vede il ritorno dell'autrice nelle file di Kodansha e anche il suo ritorno all'attività di mangaka in prima persona. Ritorno però poco felice: la sua nuova serie "Love Witch" viene interrotta durante la pubblicazione sulla rivista Nakayoshi. Naoko abbandona quindi la creazione di nuove serie e si dedica a tempo pieno alla supervisione, correzione e rifacimento di alcune tavole dei suoi due manga di maggior successo: Sailor V e Bishoujo Senshi Sailor Moon.

Il primo figlio e il parziale ritiro dall'attività

Nel Gennaio 2001 Naoko dà alla luce il primogenito, soprannominato affettuosamente Petit Ooji (Piccolo Principe). Dopo il lieto evento, la donna si focalizza sulla famiglia, dedicandosi solo parzialmente all'attività di mangaka e alle sue opere: gli anni duemila la vedono infatti impegnata nella supervisione e collaborazione nella realizzazione della versione live action di Sailor Moon, chiamata "Pretty Guardian Sailor Moon" e nella creazione e mantenimento del sito ufficiale dedicato alla serie: "Sailormoon.Channel.". Nel 2005 la Takeuchi ritorna a disegnare, creando la serie "Toki☆Meca!", pubblicata da Kodansha. La storia termina nel Maggio 2006 ed è (attualmente) l'ultimo lavoro dell'autrice.

Eventi recenti

Nel 2008 Naoko dà alla luce una bambina. L'annuncio viene dato però in differita, dopo circa un anno. A partire dal 2010 torna nuovamente ad occuparsi della sua opera maggiore, Sailor Moon, come supervisore del rilancio mondiale della serie, in occasione del suo ventesimo anniversario.

Opere (in ordine cronologico)

  • 1986 - Prism Time - manga - 2 volumi
  • 1987 - Chocolate Christmas - manga - 1 volume
  • 1989 - Ma・ri・a - manga - 1 volume
  • 1990 - The Cherry Project - manga - 3 volumi
  • 1991 - Codename: Sailor V - manga - 3 volumi
  • 1992 - Bishoujo Senshi Sailor Moon - manga - 18 volumi
  • 1993 - Miss Rain - manga - 1 volume (diviso in 5 parti)
  • 1994 - Ma・ri・a - light novel - 1 volume (solo illustrazioni)
  • 1996 - Mermaid Panic - light novel - 4 volumi (solo illustrazioni)
  • 1997 - PQ Angels - manga in 4 capitoli, incompleto
  • 1997 - Mint na Bokura ("Noi Siamo Menta", in Italia conosciuto come “Cuore Di Menta”) - collaborazione in alcune vignette
  • 1998 - Princess Naoko Takeuchi's Return-to-Society Punch!! - strisce autoconclusive
  • 1998 - Atashi no Wagamama o Kiite... (Ascolta Il Mio Egoismo...) - light novel - 1 volume (solo illustrazioni)
  • 1998 - Zettai, Kare o Ubbatte Miseru (Mostrare Assolutamente Il Fidanzato Rubato) - light novel - un volume (solo illustrazioni)
  • 2001 - Toki☆Meka! - manga autoconclusivo
  • 2002 - Love Witch - manga in 3 capitoli più una storia a parte, incompleto
  • 2003 - Bishoujo Senshi Sailor Moon (edizione rinnovata) - manga - 12 volumi
  • 2004 - Codename: Sailor V (edizione rinnovata) - manga - 2 volumi
  • 2005 - Toki☆Meca! - manga - 1 volume più i capitoli già serializzati
  • 2005 - Oboo-nu- to Chiboo-nu (Il Grande Boonu E Il Piccolo Boonu) - libro per bambini

Testi (in ordine alfabetico)

Naoko ha scritto i testi delle seguenti canzoni incluse nell'anime e nel live action di Sailor Moon:

Premi

Trivia

  • Tra i suoi hobby ci sono il collezionare oggetti di antiquariato, lo shopping e disegnare vestiti
  • È una fan di Namie Amuro, famosa cantante j-pop
  • Possiede una Porsche e una Ferrari
  • I suoi mangaka preferiti sono Leiji Matsumoto (autore di Capitan Harlock) e Yukari Ichijou
  • "Naoko Takeuchi" letteralmente significa: “Bambino Leale Che Ha Dentro Di Sé Uno Spirito Combattivo”
  • Tra i suoi soprannomi più comuni figurano: Hime (principessa) e Takeuchi-sensei (maestra Takeuchi)
  • Naoko è amica di molte altre mangaka di opere shoujo di fama internazionale (molto conosciute anche in Italia) come Yuu Watase, Kosuke Fujishima e Wataru Yoshizumi

Fonti e referenze

Sito che ha contribuito alla creazione della pagina: